OVVIOTISPIEGO (tutto quello che dovete sapere sui curiosi comportamenti umani) – IL GHOSTING

Amici

se dico Ghost a cosa pensate?

Ad un film del 1990, dove una dolcissima Demi Moore viene di colpo messa davanti all’omicidio del suo compagno, Patrick Swayze, il quale poco dopo l’uscita da Dirty Dancing finisce malamente ucciso in una New York suburbana ancora molto anni ottanta (come del resto il film stesso, e i  capelli di Patrick)

Dopo più di vent’anni dall’uscita di Ghost, che ci ha fatto versare litri di lacrime (e imprimerci nella mente l’immagine e il suono degli spiriti cattivi che ci avviluppano e uccidono se abbiamo fatto gli stronzi) abbiamo oggi a che fare con ben altri tipi di ghosts. Ghosts talmente frequenti da meritarsi un posto di tutto rispetto nella lista degli atteggiamenti più social-frequenti.

Non solo questo emerge dalla nostra prima cena, quando la rubrica non aveva ancora un nome ed era nel suo stato embrionale ( <3) . Ma è con questo argomento che vogliamo inaugurarla.

Un giorno ti alzi, su whatsup non trovi il solito messaggino di Buongiorno, nessuna visualizzazione e nessun like alle tue foto da più di ventiquattro ore: la mattina parte strana, e peggio andrà nel tempo, quando ti rendi conto che l’effetto dissolvenza non è solo un’opzione dei filtri di Instagram.  E’ l’effetto che il tipo/la tipa di turno ha deciso di mettere in pratica con te.

Esatto, proprio colui/colei che per te (sottolineo per te) non era solo quello di turno, ma colui/colei con  il quale/la quale poche ore prima facevi allegramente ciccicocò sopra e sotto al comò, quello/a con cui  avevi mangiato una pizza insieme la sera prima, che anche se cruda chissenefrega, basta passare alla fase successiva, o che hai portato a cena nel ristorantino shabbychic in centro, pur consapevole che non ci sarebbe stata nessuna fase successiva. Magari è la persona con cui pensavi di stare insieme da un po’ di tempo. Il Ghost fa *puff* e lo fa quasi sempre nel migliore dei modi: non lo beccherai più online in nessuna chat, non risponderà a telefono (sì, perché gli smartphone possiedono ancora la funzione Chiama) , non lo incrocerai più per strada (sì, anche oggi ogni tanto si incrocia ancora per strada qualcuno).

Riprendo il plurale: a nulla varrà lanciarvi nell’indagine compulsiva in rete sulle orme del Ghost. Non fatelo mai, amiche! Perché il Ghost sparisce dalla vostra vita, sottolineo vostra ma nel frattempo non mancherà mai di lasciare un like all’ultima immagine di Miss Culoalto, o alle frasi di Jim Morrison… che appaiono proprio ( chi l’avrebbe mai detto?! ) sotto all’immagine un grosso paio di tette. Non fatelo mai amici! Dopo le prime quarantotto ore, dalle storie di Instagram vi accorgerete che la cara defunta non solo continua a vivere la sua vita come se nulla fosse ma soprattutto di voi gliene frega talmente poco che nemmeno pensa a nascondere i contenuti! Che tatto.

Abbiamo scoperto che in rete vi sono fior di psicologi che approfondiscono quali sono stati i problemi nell’infanzia del Ghost, cosa mangiava a colazione il Ghost durante l’adolescenza, come affrontare il lutto da Ghosting. Qualcuno addirittura anticiperà il vostro umore e vi metterà in guardia anche dallo Zombing: il riapparire del Ghost dal nulla, magari quando vi ricorderete a malapena il nome .

Amici, noi preferiamo la via più semplice e non per questo banale.

Mi rincresce dirvi che sia veramente inutile fare il giro dei Pronto Soccorso sperando di trovare il Ghost in fin di vita. Mi rincresce dirvi che a nulla vale capire quale sia il problema del Ghost di fronte ad una relazione che stava iniziando a strutturarsi.

Amici, i problemi del Ghost non vanno giustificati, e se vi riesce, nemmeno indagati.

Armatevi piuttosto di Nutella e fazzoletti per i giorni successivi alla dissolvenza. Vi sentite abbandonati? Beh, è così. Non giudicatevi: nei fatti siete stati abbandonati.

Chi non muore si rivede, amici cari, fate attenzione agli Zombies.

Fare * puff * = scomparire

Share the Lov

Lara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *